Lo Statuto

N.Rep. 16184

ATTO COSTITUTIVO

N.Racc. 5834

DELLA “ASSOCIAZIONE SICILIANA MUSICA PER L’UOMO”

REPUBBLICA ITALIANA

L’anno millenovecentonovantuno, il giorno quindici del mese di marzo,(15.03.1991)
in Cefalù e nel Mio studio Notarile sito in Via Roma E.G.V. Center. Dinnanzi a Me Dr.SAMUELE CASSATA, Notaro in Cefalù, iscritto al Collegio Notarile del Distretto di Termini Imerese, e senza assistenza di testimoni, avendovi gli infrascritti comparenti, che hanno i requisiti di legge, di comune accordo fra di loro e con il Mio consenso, espressamente rinunziato,sono presenti i Signori:

ILARDO GIUSEPPE ,DI FATTA SALVATORE, BIUNDO VINCENZO, RINAUDO GIUSEPPE,
MACALUSO MARIO, CAMILLERI TOMMASO, MIRENDA LUIGI, PROVENZA GIOACHINO, D’ANGELO ILDEBRANDO, POLLICINO FRANCO, CORTINA GIUSEPPE, TESTA GIUSEPPE, CAROLLO CALOGERO, PITONZO GIUSEPPE, CANGELOSI ANDREA,
CERAMI SALVATORE, GENNUSO CARMELITA
Detti comparenti, della identità personale dei quali Io Notaro sono certo, Mi richiedono del presente atto, in virtù del quale dichiarano, convengono e stipulano quanto segue:

ART. 1
Fra essi medesimi comparenti è costituita l’Associazione denominata “Associazione Siciliana Musica per l’Uomo”, Codice Fiscale 91002810827.

ART. 2
L’Associazione ha sede in Cefalù, Piazza San Francesco n. 5.

ART. 3
L’Associazione, che è centro di vita associativa per la promozione dell’Uomo ispirata ai valori Evangelici e per la diffusione della musica polifonica vocale e strumentale, ha come fine la Nuova Evangelizzazione.
L’Associazione persegue il suo fine attraverso l’acquisizione e la diffusione di una cultura musicale volta alla promozione della dimensione spirituale dell’Uomo.
Per il raggiungimento di tale fine, l’Associazione si propone:

a) L’organizzazione di un Gruppo Corale stabile al fine della esecuzione di concerti, audizioni, registrazioni radiofoniche e televisive;

b) l’organizzazione di Gruppi di Ensemblee Strumentali;

c) l’organizzazione di festivals e concorsi musicali, di convegni, congressi e seminari di studi;

d) la collaborazione e lo scambio con altre Associazioni ed organizzazioni di simile natura, sia nell’ambito locale che nazionale ed estero;

e) la collaborazione con gli Enti, le Associazioni ed i Movimenti Ecclesiali.

Per la promozione della crescita della dimensione spirituale individuale e comunitaria, dell’Uomo, l’Associazione si avvale della guida di un Assistente Spirituale nominato dall’Assemblea. Tale nomina deve ricevere l’approvazione del vescovo di Cefalù.

ART. 4

Possono far parte dell’Associazione tutti coloro che ne condividono e ne accettano le finalità ed i relativi modi di attuazione.
Possono, inoltre, essere soci anche altre Associazioni o Enti aventi attività e scopi non in contrasto con quelli di questa Associazione.

ART. 5

L’associazione ha durata illimitata.

ART. 6

Il patrimonio attuale dell’Associazione è di lire ottocentocinquantamila (£. 850.000), che sono state versate dai comparenti in ragione di lire cinquantamila (£. 50.000) per ciascuno.

ART. 7

L’esercizio finanziario ha inizio il primo gennaio e termina il trentuno dicembre di ogni anno.
Il primo esercizio si chiuderà il trentuno dicembre millenovecentonovantuno (31.12.1991).

ART. 8

Le norme che dovranno regolare la vita ed il funzionamento dell’Associazione sono contenute nello Statuto, che i comparenti Mi consegnano, dichiarandomi di averlo, in precedenza, ampiamente discusso ed approvato e che, previa lettura da Me datane ai medesimi comparenti, viene dagli stessi e da Me Notaro sottoscritto, ed al presente atto alligato sotto la lettera “A”, per formarne parte integrante e sostanziale. L’alligato Statuto consta di quattro fogli di carta uso bollo’resa legale dattiloscritti in dodici facciate intere e righi ventiquattro della tredicesima facciata, ed è costituito da quarantacinque articoli.

ART. 9

Gli organi dell’Associazione sono:

a) l’Assemblea Generale;

b) il Consiglio di Presidenza;

c) il Presidente;

d) il Consiglio di Valutazione Musicale;

e) ed il Consiglio dei Sindaci Revisori.

ART. 10

Il Consiglio di Presidenza è costituito di nove membri:

a) il Presidente dell’Associazione;

b) i tre Direttori del Consiglio di Valutazione Musicale;

c) l’Assistente Spirituale;

d) altri quattro membri consiglieri.

Il Consiglio di Presidenza elegge nel suo seno il Presidente,il Vice Presidente ed il responsabile del Consiglio dei Sindaci Revisori, mentre il Segretario, che non è membro del Consiglio di Presidenza, sarà scelto dal Presidente a propri discrezione nel novero dei soci. Il Consiglio di Presidenza elegge, altresì, gli altri due membri del Consiglio dei Sindaci Revisori tra i soci fondatori ed i soci ordinari.

ART. 11
Il Presidente è nominato dal Consiglio di Presidenza tra i cinque membri eletti dall’Assemblea Generale. Il suo incarico dura due anni e può essere riconfermato. In caso di sua assenza o di suo impedimento, le funzioni del Presidente vengono assolte dal Vice Presidente.

I1Presidente ha la rappresentanza legale dell’Associazione in giudizio e di fronte ai terzi.

ART. 12

Il Consiglio di valutazione musicale è composto:
a) dal Direttore della Corale;
b) dal Direttore Artistico;
c) dal Direttore dell’Ensemblee Strumentale;
d) dal Coordinatore dei corsi musicali teorico pratici
e) e dal Presidente dell’Associazione.
Alle riunioni di questo Consiglio partecipa anche il Segretario, che non ha diritto di voto.
Il Direttore della Corale viene eletto, per la prima volta,dai soci fondatori; successivamente, dal Consiglio di Presidenza. Fa parte di diritto del Consiglio di Presidenza, ma non può ricoprire il ruolo di Presidente dell’Associazione. L’incarico dura sei anni, con possibilità di successive riconferme. Il Direttore dell’Ensemblee Strumentale viene eletto, per la prima volta, dai soci fondatori; successivamente, dal Consiglio di Presidenza, ma non può ricoprire il ruolo di Presidente dell’Associazione. L’incarico dura sei anni, con possibilità di successive riconferme.
Il Direttore Artistico viene eletto, per la prima volta, dai soci fondatori successivamente, dal Consiglio di Presidenza.
Appartiene di diritto al Consiglio di Presidenza, ma non può ricoprire il ruolo di Presidente dell’Associazione. L’incarico dura sei anni, con possibilità di successive riconferme.
Il Coordinatore dei Corsi musicali teorico pratici viene nominato dai Direttori: della Corale, Artistico e dell’Ensemblee Strumentale.
A differenza degli altri tre componenti il Consiglio di Valutazione Musicale, non fa parte di diritto del Consiglio di Presidenza.

ART. 13

Il Consiglio dei Sindaci Revisori è composto di tre membri, nominati, come si è detto, dal Consiglio di Presidenza, e precisamente: il responsabile tra i suoi membri, e gli altri
due componenti tra i soci fondatori ed i soci ordinari.

ART. 14

I comparenti, riuniti qui a formare la prima assemblea, procedono alla elezione ed alla nomina dei membri del Consiglio, di Presidenza, e vengono eletti e nominati, all’unanimità: D’Angelo Ildebrando, Direttore della Corale Ilardo Giuseppe, Direttore Artistico; Testa Giuseppe, Direttore della Ensemblee Strumentale;
Di Fatta Salvatore,_Macaluso Mario, Rinaudo Giuseppe, Gennuso Carmelita e Cortina Giuseppe, consiglieri. Tutti e otto i riferiti comparenti dichiarano di accettare la carica a ciascuno di essi conferita. Assistente Spirituale è nominato Padre Vincenzo Biundo, che dichiara di accettare tale carica. I riferiti: D’Angelo Ildebrando, Ilardo Giuseppe, Testa Giuseppe, Di Fatta Salvatore, Macaluso Mario, Rinaudo Giuseppe, Gennuso Carmelita, Cortina Giuseppe e Padre Vincenzo Biundo, riuniti qui a formare il primo Consiglio di Presidenza, procedono: 1) alla elezione ed alla nomina del Presidente, del Vice Presidente e del responsabile del Consiglio dei Sindaci Revisori, e vengono eletti e nominati, all’unanimità: Di Fatta Salvatore, Presidente; Macaluso Mario, Vice Presidente; e Cortina Giuseppe, responsabile del Consiglio dei Revisorí; i quali tre dichiarano di accettare la carica a ciascuno di essi conferita. 2*) ed alla elezione ed alla nomina degli altri due membri del Consiglio dei Sindaci Revisori, e vengono eletti e nominati, all’unanimità: Mirenda Luigi; e Pitonzo Giuseppe; i quali dichiarano di accettare la carica a ciascuno di essi conferita.
Il Presidente Di Fatta Salvatore sceglie, quindi, fra i soci, il Segretario, nella persona del socio Carollo Calogero, che accetta tale carica a lui conferita. Infine, i riferiti: D’Angelo Ildebrando, Ilardo Giuseppe e Testa Giuseppe, rispettivamente Direttore della Corale, Direttore Artistico e Direttore della Ensemblee Strumentale, procedono alla elezione ed alla nomina del Coordinatore dei corsi musicali teorico pratici, e viene eletto e nominato, all’unanimità, Cangelosi Andrea, che dichiara di accettare la
carica a lui conferita.
Per effetto, quindi, di queste elezioni:
il primo Consiglio di Presidenza risulta composto da:
1) Di Fatta Salvatore, Presidente,
2) Macaluso Mario, Vice Presidente,
3) Padre Vincenzo Biundo, Assistente Spirituale,
4) D’Angelo Ildebrando, Direttore della Corale,
5) Ilardo Giuseppe, Direttore Artistico,
6) Testa Giuseppe, Direttore della Ensemblee Strumentale,
7) Cortina Giuseppe, responsabile del Consiglio dei Sindaci Revisori,
8) Rinaudo Giuseppe, componente,
9) Gennuso Carmelita, componente;

il primo Consiglio di Valutazione Musicale risulta composto

1) D’Angelo Ildebrando, Direttore della Corale,

2) Ilardo Giuseppe, Direttore Artistico,

3) Testa Giuseppe, Direttore della Ensemblee Strumentale,

4) Cangelosi Andrea, Coordinatore dei corsi musicali teorico pratici,

5) Di Fatta Salvatore, Presidente dell’Associazione; ed il primo Consiglio dei Sindaci Revisori risulta composto da:

1) Cortina Giuseppe, responsabile,

2) Mirenda Luigi, componente,

3) Pitonzo Giuseppe, componente.

ART. 15
Il Presidente del Consiglio di Presidenza, che è il legale rappresentante dell’Associazione, a norma dell’art. 32 dello Statuto, è fin d’ora autorizzato dagli altri comparenti ad introdurre, nel presente atto costitutivo e nell’alligato Statuto, tutte quelle variazioni e modifiche che fossero eventualmente richieste dalle Autorità competenti.

ART. 16
Per quanto non espressamente previsto nel presente atto costitutivo e nell’alligato Statuto, le parti fanno espresso rinvio alle norme del codice civile ed alle leggi speciali in materia.

ART. 17
Le spese del presente atto e sue conseguenziali tutte sono a carico dell’Associazione.

Io Notaro richiesto ho ricevuto il presente atto, dattiloscritto da persona dì Mia fiducia, sotto la Mia direzione, in quattro fogli di carta uso bollo resa legale, dei quali occupa dodici facciate intere e parte della seguente tredicesima facciata, e da Me Notaro letto, a chiara voce, unitamente all’alligato Statuto, ai comparenti, che lo hanno pienamente confermato ed approvato in tutto il suo contenuto.

STATUTO DELLA
“ASSOCIAZIONE SICILIANA MUSICA PER L’UOMO”

TITOLO I: DENOMINAZIONE SCOPO

ART. 1
La “Associazione Siciliana Musica per l’Uomo”, con sede in Cefalù, Piazza San Francesco n. 5, è centro di vita associativa per la promozione dell’Uomo ispirata ai valori Evangelici e per la diffusione della musica polifonica vocale e strumentale.

ART. 2
L’Associazione ha come fine la Nuova Evangelizzazione.

ART. 3
L’Associazione persegue il suo fine attraverso l’acquisizione e la diffusione di una cultura musicale volta alla promozione della dimensione spirituale dell’Uomo.

Per il raggiungimento di tale fine, l’Associazione si propone:

a) l’organizzazione di un Gruppo Corale stabile al fine della esecuzione di concerti, audizioni, registrazioni radiofoniche e televisive;

b) l’organizzazione di Gruppi di EnseMblee Strumentali;

c) l’organizzazione di festivals e concorsi musicali, di convegni, congressi e seminari di studi;

d) la collaborazione e lo scambio con altre Associazioni ed Organizzazioni di simile natura, sia nell’ambito locale che nazionale ed estero;

e) la collaborazione con gli Enti, le associazioni ed i Movimenti Ecclesiali.

ART., 4

Per la promozione della crescita della dimensione spirituale individuale e comunitaria, dell’Uomo, l’Associazione si avvale della guida di un Assistente Spirituale nominato dall’Assemblea. Tale nomina deve ricevere l’approvazione del Vescovo di Cefalù.

ART. 5
L’Associazione non ha fini di lucro ed è apartitica.

TITOLO II: SOCI

ART. 6

Possono far parte dell’Associazione tutti coloro che ne condividono e ne accettano le finalità ed i relativi modi di attuazione.
Possono, inoltre, essere soci anche altre Associazioni o Enti, aventi attività e scopi non in contrasto con quelli di questa Associazione

ART. 7

I soci si distinguono in:
a) fondatori;
b) ordinari;
c) affiliati;e
d) onorari.

ART. 8

I soci fondatori sono coloro che fondano questa Associazione ed intervengono nell’atto costitutivo della stessa.
Ad essi compete:
a) l’elezione del primo Presidente;

b) l’elezione del primo Consiglio di Presidenza;

c) la nomina del primo Direttore Corale;

d) la nomina del primo Direttore Artistico;

e) la nomina del primo Direttore dell’Ensemblee Strumentale.

ART. 9

I soci ordinari sono coloro che chiedono di far parte della Associazione, secondo le norme statutarie, ed aderiscono agli obblighi che da questo scaturiscono. Per l’iscrizione all’Associazione come socio ordinario occorre:

a) la domanda, scritta del richiedente, rivolta al Presidente;

b) la presentazione scritta da parte di un socio fondatore o di almeno tre soci
ordinari;
c) il parere favorevole del Consiglio di Presidenza.

ART. 10

I soci affiliati sono coloro che costituiscono il Gruppo Corale Stabile o altri Gruppi musicali e ne assumono tutti gli Obblighi derivanti dal rispetto delle norme associative.
Per l’iscrizione all’Associazione come socio affiliato occorre:
a)la domanda scritta del Richiedente rivolta al Presidente;
b)una prova teorico-pratica concernente le atitudini musicali del richiedente;
c) il parere favorevole espresso dal Consiglio di Valutazione Musicale.

ART. 11

I soci onorari sono coloro ai quali, per particolari meriti artistici, musicali o culturali, il Consiglio di Presidenza conferisce l’appartenenza “ad honorem” all’Associazione.

ART. 12

La qualifica di socio può venir meno per i seguenti motivi:
a) per dimissioni, da comunicarsi, per iscritto, almeno tre mesi (3 mesi) prima dello scadere dell’anno;
b) per decadenza, e cioè per la perdita di alcuno dei requisiti in base ai quali è avvenuta l’ammissione;

c) per delibera di esclusione, da parte del Consiglio di Presidenza, per accertati motivi di incompatibilità, per aver contravvenuto alle norme ed agli obblighi del presente statuto o per altri motivi che comportino indegnità; a tale scopo, il Consiglio di Presidenza procederà, entro il primo mese di ogni anno sociale, alla revisione della lista dei soci;

d) per ritardato pagamento dei contributi, per oltre un anno.

TITOLO III SOSTENITORI
ART. 13

Sostenitori sono coloro che, pur non facendo richiesta di appartenenza all’Associazione, la sostengono economicamente Ad essi non spetta alcun potere decisionale o di voto.

TITOLO IV: PATRIMONIO

ART. 14

Il patrimonio dell’Associazione è costituito:
a) dalla quota di iscrizione, da versarsi all’atto dell’ammissione all’Associazione, nella misura fissata dall’Assemblea generale;
b) dai contributi annui ordinari, da stabilirsi annualmente dall’Assemblea generale, su proposta del Consiglio di Presidenza;
c) dalle quote dei sostenitori e dei soci onorari;

d) da eventuali contributi straordinari, deliberati dall’Assemblea, in relazione a particolari iniziative che richiedono disponibilità eccedenti quelle del bilancio ordinario;
e) da versamenti volontari degli associati;
f) da contributi di Pubbliche Amministrazioni, Enti locali,Istituti di Credito e da Enti in genere;
g) da sovvenzioni, donazioni o lasciti di terzi o di Associati;
h) e, comunque, da tutti i beni mobili ed immobili di proprietà dell’Associazione.
I contributi ordinari devono essere pagati in unica soluzione. entro il 30 marzo di ogni anno.

TITOLO V: ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE

ART. 15

Gli organi dell’Associazione sono:

a) l’Assemblea Generale;

b) il Consiglio di Presidenza;

c) il Presidente;

d) il Consiglio di Valutazione Musicale;

e) ed il Consiglio dei Sindaci Revisori.

TITOLO VI: ASSEMBLEA GENERALE

ART. 16

L’Assemblea generale è formata da tutti i soci fondatori, ordinari, affiliati ed onorari.

ART. 17

L’Assemblea generale ha facoltà programmatiche e deliberati

ART. 18

L’Assemblea generale vota per alzata di mano o a voto segreto qualora il Presidente lo ritenga opportuno. E’ richiesta la maggiore età per poter esercitare il diritto di voto.

ART. 19

L’Assemblea generale delibera a maggioranza.

ART. 20

L’Assemblea generale è valida se è presente almeno la metà più uno della totalità dei soci, in prima convocazione; in seconda convocazione,l’Assemblea generale è valida qualunque sia il numero degli intervenuti.

ART 21

L’Assemblea generale elegge cinque dei nove componenti del Consiglio di Presidenza, essendo gli altri: uno l’Assistente Spirituale ed i restanti tre i Direttori del Consiglio di Valutazione Musicale. i quali sono eletti, per la prima volta,dall’Assemblea dei soci fondatori

ART. 22

L’Assemblea generale si riunisce ordinariamente ogni anno:nel mese di gennaio, per l’approvazione dei bilanci preventivi e consuntivi annuali stilati dal Consiglio dei Sindaci Revisori e per la programmazione annuale. Nel mese di giugno, per la verifica della programmazione annuale.Si riunisce ancora ordinariamente nei tempi forti dell’Anno
Liturgico per dei momenti di vita comunitaria, su proposta dell’Assistente Spirituale.

ART. 23
L’Assemblea generale può essere convocata in modo straordinaria:

a) su richiesta di almeno un terzo (1/3) dei soci;
b) su richiesta del Consiglio di Presidenza;
C) e su richiesta del Presidente, quando lo ritenga opportuno.

ART. 24

La convocazione dell’Assemblea generale spetta al Presidente e va fatta con un preavviso di almeno cinque giorni

TITOLO VII: CONSIGLIO DI PRESIDENZA

ART. 25
Il Consiglio di Presidenza è composto di nove membri:

a) il Presidente dell’Associazione;
b) i tre Direttori del Consiglio di valutazione Musicale;
c) l’Assistente Spirituale;
d) altri quattro membri consiglieri.
Il Consiglio di Presidenza elegge nel suo seno il Presidente,, il Vice Presidente ed il responsabile del Consiglio dei Sindaci Revisori, mentre il Segretario, che non è membro del Consiglio di Presidenza, sarà scelto dal Presidente a propria discrezione nel novero dei soci. Il Consiglio di Presidenza elegge, altresì, gli altri due membri del Consiglio dei Sindaci Revisori tra i soci fondatori ed i soci ordinari.

ART. 26
Fra i compiti del Consiglio di Presidenza vi sono i seguenti:,
a) fissare le direttive per il raggiungimento della finalità di cui al presente statuto;
b) fissare le scadenze della programmazione annuale della Associazione;

c) formulare il proprio parere decisionale sull’appartenibilità all’Associazione in qualità di Socio Ordinario
d) nominare i componenti il Consiglio dei Sindaci Revisori;
e) nominare i tre Direttori del Consiglio di Valutazione Musicale;
f) istituire gruppi musicali strumentali in seno all’Associazione stessa;
g) istituire sedi secondarie.
ART. 27

Il Consiglio di Presidenza si riunisce, ordinariamente, ogni tre mesi; straordinariamente, quando il Presidente lo ritenga opportuno.

ART. 28
I componenti il Consiglio di Presidenza durano in carica due

anni. Per l’eleggibilità di un socio quale componente del

Consiglio di Presidenza è necessario avere un’anzianità di

appartenenza all’Associazione di almeno tre anni, oppure es

sere un socio fondatore.

TITOLO VIII: PRESIDENTE

ART. 29

Il Presidente è nominato dal Consiglio di Presidenza tra i cinque membri eletti dall’Assemblea Generale. Il suo incarico,

dura due anni e può essere riconfermato.

ART. 30

Fra i compiti del Presidente vi sono i seguenti:

a) nominare il Segretario tra i Soci non appartenenti al Consiglio di Presidenza;
b) convocare e presiedere l’Assemblea Generale;
c) convocare e presiedere il Consiglio di Presidenza;
d) convocare e presiedere il Consiglio di Valutazione Musicale; e) ratificare i pareri
espressi dal Consiglio di Presidenza e dal Consiglio di Valutazione Musicale.

ART. 31
In caso di sua assenza o di suo impedimento, le funzioni del Presidente vengono assolte dal Vice Presidente.

ART. 32
Il Presidente ha la rappresentanza legale dell’Associazione in giudizio e di fronte ai terzi.

TITOLO IX: CONSIGLIO DI VALUTAZIONE MUSICALE

ART. 33
Il Consiglio di valutazione musicale è composto:

a) dal Direttore della Corale;
b) dal Direttore Artistico;

c) dal Direttore dell’Ensemblee Strumentale;

d) dal Coordinatore dei corsi musicali teorico pratici;

e) e dal Presidente dell’Associazione. Alle riunioni di questo Consiglio partecipa anche il Segretario, che non ha diritto di voto.

ART. 34
Il Direttore della Corale viene eletto, per la prima volta, dai soci fondatori; successivamente, dal Consiglio di Presidenza. Fa parte di diritto del Consiglio di Presidenza, ma non può ricoprire il ruolo di Presidente dell’Associazione. L’incarico dura sei anni, con possibilità di successive riconferme.E’ responsabile del settore musicale vocale.
ART. 35
Il Direttore dell’Ensembleee Strumentale viene eletto, per la:prima volta, dai soci fondatori; successivamente, dal Consiglio di Presidenza, ma non può ricoprire il
ruolo di Presidente dell’Associazione.
L’incarico dura sei anni, con possibilità di successive riconferme.
E’ responsabile del settore musicale strumentale.
ART. 36
Il Direttore Artistico viene eletto, per la prima volta, dal soci fondatori; successivamente, dal Consiglio di Presidenza.Appartiene di diritto al Consiglio di Presidenza, ma non può ricoprire il ruolo di Presidente dell’Associazione.
L’incarico dura sei anni, con possibilità di successive riconferme. Ha il compito di
collaborare con gli altri Direttori nella scelta della produzione musicale.
ART. 37
Il Coordinatore dei Corsi musicali teorico pratici viene nominato dai Direttori: della Corale, Artistico e dell’Ensemblee Strumentale. A lui compete l’organizzazione dei corsi teorico pratici di formazione musicale. Il suo incarico ha una durata annuale e può essere riconfermato. A differenza degli altri tre componenti il Consiglio di Valutazione Musicale, non fa parte di diritto del Consiglio di Presidenza.

ART. 38

Il Consiglio di Valutazione Musicale ha il compito di esprimere il proprio parere decisionale sull’ammissibilità degli aspiranti Soci Affiliati.

TITOLO X: CONSIGLIO DEI SINDACI REVISORI

ART. 39

Il Consiglio dei Sindaci Revisori è composto di tre membri, nominati, come si è detto,
dal Consiglio di Presidenza, e precisamente: il responsabile tra i suoi membri, e gli altri due componenti tra i soci fondatori ed i soci ordinari.

ART. 40

Fra i compiti del Consiglio dei Sindaci Revisori, vi sono i seguenti:
a) provvedere al controllo della gestione finanziaria della associazione;
b) compilare i bilanci annuali preventivi e consuntivi;
c) fissare compensi e rimborsi;
d) esigere le quote associative annuali e di iscrizione.

ART. 41

I membri del Consiglio dei Sindaci Revisori durano in carica due anni e possono avvalersi, nel loro operato, di consulenti

TITOLO XI: MODIFICHE DELLO STATUTO

ART. 42

Per modificare l’atto costitutivo e lo statuto occorre la presenza di almeno tre quarti (3/4) degli associati ed il voo favorevole della maggioranza dei presenti.

TITOLO XII: SCIOGLIMENTO

ART. 43
In caso di scioglimento, l’assemblea designerà uno o più liquidatori, determinandone i poteri. Il netto risultante dalla liquidazione sarà devoluto secondo le indicazioni dell’assemblea stessa o in mancanza, dei li :

TITOLO XIII: REGOLAMENTO INTERNO

ART. 44

Particolari norme di funzionamento e di esecuzione del presente statuto potranno essere eventualmente disposte con regolamento interno. da eleborarsi a cura del Consiglio di Pre
sidenza.

TITOLO XIV: DISPOSIZIONI FINALI

ART. 45

Per quanto non espressamente previsto nel presente statuto,rinvio alle norme del codice civile ed alle in materia di Associazioni.

Leave a Reply

Sito realizzato da MCL Agenzia di Comunicazione